Aggiungi alla Whislist

PROPRIETà AGGIUNTA ALLA WHISHLIST

Ricordate di effettuare il login per evitare di perdere i dati non salvati.

Email
Contatta Romolini Immobiliare

VILLA LA VAGNOLA - VILLA DI LUSSO IN VENDITA IN TOSCANA


Rif. 1817

Cetona - Siena - Toscana

Prezzo: 12.000.000 Euro

FOTO INTERNE (40) FOTO ESTERNE (27) ALBUM FOTOGRAFICO FULL SCREEN VIDEO COMPLETO

Rif. 1817 - VILLA LA VAGNOLA

Toscana - Siena - Cetona

Val d'Orcia

12.000.000 Euro

  • Interni: oltre 1.800 mq
  • Esterni: 11 ha
  • N° camere: 15+
  • N° bagni: 12+

DETTAGLI TECNICI

  • TIPOLOGIA: tenuta
  • CONDIZIONE: finiture di pregio
  • POSIZIONE: collinare, centro storico
  • ACCESSO: ottimo
  • SUPERFICIE ESTERNI: 11 ha
  • GIARDINO: sì, curatissimo
  • PISCINA:
  • SUPERFICIE INTERNI: oltre 1.800 mq
  • N° CAMERE: 15+
  • N° BAGNI: 12+
  • ANNESSI: Turkerie, giardino d'inverno, casetta
  • ACQUA: rete idrica comunale
  • ADSL: si
  • RISCALDAMENTO: -
  • GAS: rete municipale

CARATTERISTICHE: giardino all’italiana, affreschi, Casina Turca, vista panoramica, piscina, materiali di pregio, marmi, caminetti in marmo, carta da parati dipinta a mano, ceramiche fatte a mano, design interno a opera di Lorenzo Mongiardino, palestra, teatro in pietra, tomba etrusca, tunnel sotterranei, ragnaia, viali alberati, oliveto, monumento commemorativo


VILLA LA VAGNOLA - VILLA DI LUSSO IN VENDITA IN TOSCANA


Siamo orgogliosi di presentare Villa La Vagnola, una prestigiosa villa padronale del XVIII secolo circondata da uno splendido giardino all’italiana con Turkerie, palestra e oliveto. La tenuta di 11 ettari costeggia il centro storico di Cetona, un delizioso paesino medievale nella provincia di Siena.

La proprietà si trova in una location unica e invidiabile, vicina a negozi, ristoranti e servizi, con facile e rapido accesso ai paesi e alle città storiche di Toscana e Umbria: il borgo etrusco di Chiusi (10km; 15’), Castiglione del Lago sul Trasimeno (28km; 30’), Montepulciano con il suo Vino Nobile DOCG (30km; 35’), la papale Pienza (39km; 50’), Cortona (47km; 55’), la bellissima Orvieto (48km; 50’), Montalcino e il suo eccezionale Brunello DOCG (54km; 1h 5’), Perugia (57km; 1h 5’), Civita di Bagnoregio (64km; 1h), il santuario francescano di Assisi (80km; 1h 20’), Siena (86km; 1h 10’), Grosseto (111km; 1h 55’), l’inimitabile Firenze (127km; 1h 40’), Punta Ala (153km; 2h 30’), il centro etrusco di Volterra (139km; 2h), Follonica e il suo splendido mare (151km; 2h 15’) e la Città Eterna di Roma (157km; 2h).

Gli aeroporti più comodi per raggiungere la proprietà sono Perugia Sant’Egidio (68km; 1h 10’), Grosseto Baccarini (115km; 1h 55’), Firenze Peretola (147km; 1h 40’), Roma Ciampino (170km; 2h 5’), Roma Fiumicino (185km; 2h), Pisa Galilei (207km; 2h 15’), Bologna Marconi (228km; 2h 25’), Milano Linate (425km; 4h 10’) e Milano Malpensa (428km; 4h 45’).


DESCRIZIONE DEI FABBRICATI


La villa (circa 1.600 mq, 15 camere e 12 bagni) è strutturata su piani sfalsati così organizzati:

- Piano seminterrato: ampi locali adibiti a magazzino, vani tecnici, cantine e vecchie scuderie utilizzabili come garage;

- Piano terra: appartamento dei custodi con tre camere, ingresso, vari guardaroba e un bagno per gli ospiti;

- Primo piano: vestibolo, guardaroba, cucina con dispensa e sala preparazione vivande, due sale da pranzo, salotto con accesso al giardino invernale, biblioteca e due suite.

- Suite N°1: camera matrimoniale con caminetto e vista sulla piazza del paese, bagno en-suite e salottino con vista sul giardino;

- Suite N°2: camera matrimoniale con bagno en-suite, il tutto impreziosito da finestre che danno sulla piazza principale su un lato e sul giardino sull’altro;

- Secondo piano: cappella, salotto, sala biliardo e quattro suite.

- Suite N°3: camera con accesso alla terrazza sulla piazza, salottino che porta a una seconda terrazzo sul fianco dell’edificio e bagno en-suite;

- Suite N°4: camera matrimoniale con accesso al balcone, bagno en-suite, salottino e cabina armadio/studio con finestre sul giardino;

- Suite N°5: due camere matrimoniali (una sulla piazza, l’altra sul giardino) e bagno a uso di entrambe le stanze;

- Suite N°6: camera matrimoniale con balcone, salotto/studio/cabina armadio con terrazza e bagno en-suite;

- Terzo piano (costituito da due entità separate alle due estremità dell’edificio) con due suite.

- Suite N°7: mansarda con sala cinema, due camere matrimoniali e bagno per le due stanze;

- Suite N°8: salotto, due camere matrimoniali (una delle quali utilizzata come secondo salottino) e ampio bagno a servizio di entrambe le stanze.

 

Non lontano dalla villa si trova il giardino invernale (circa 120 mq), usato per mettere al riparo i limoni durante l’inverno e oggi convertito in un edificio a due piani così organizzato:

- Piano terra: limonaia;

- Primo piano: palestra, spogliatoio, sauna, doccia e WC.

 

Tra gli alberi, in posizione defilata rispetto alla villa, si trova un grazioso edificio (circa 50 mq) finemente ristrutturato con caminetti e piccolo soppalco all’interno. Gli interni sono stati finemente dipinti in modo da simulare muri in legno e false porte che si aprono su altre stanze o verso l’esterno.


STATO E FINITURE


Questa lussuosa villa fu costruita nella seconda metà del XVIII secolo su ordine del nobiluomo Salustio Terrosi in occasione del suo matrimonio con Maria Antonietta Vagnoli. La posizione scelta per la villa era all’epoca occupata da vecchie casupole e solcata da piccoli corsi d’acqua che creavano un ambiente quasi paludoso. L’intera area fu quindi bonificata e il terreno livellato per poter costruire nuovi edifici.

La villa raggiunse poi il suo aspetto attuali quando due edifici adiacenti furono uniti a formare una singola struttura. Gli interni della casa come li vediamo oggi sono opera dello scenografo Lorenzo Mongiardino (1916 – 1998) che prese ispirazione dalle decorazioni di Palazzo Pitti a Firenze e da una serie di acquerelli di inizio Ottocento che ritraevano delle abitazioni tedesche e austriache.

Gli interni della villa sono unici nella loro concezione, con carte da parati dipinte a mano, materiali di pregio come marmi policromi e piastrelle di ceramica realizzate a mano. Le sale di rappresentanza sono interamente affrescate e/o dipinte con architetture trompe-l’oeil che ricordano quelle degli edifici greci e romani, con colonne in marmo e soffiti cassettonati.


IL PASSAGGIO DI GARIBALDI A CETONA


All’alba del 17 giugno 1849, Pietro Terrosi (all’epoca tenente della Guardia Civica) assistette all’arrivo del patriota Giuseppe Garibaldi a Cetona, seguito dai resti della sua armata. Il generale, seguito dalla moglie Anita, si stava spostando verso nord dopo la fallimentare parentesi della Repubblica Romana.

Anni dopo, nel 1859, Pietro Terrosi fece pubblicare le sue memorie in un piccolo libretto intitolato Garibaldi a Cetona – Racconto storico di Pietro Terrosi (Firenze, Tipografia Mariani, 1859, pp. 16-17). Qui troviamo il seguente passaggio: “Intanto il Generale con brillante Stato Maggiore, con elegante comitiva s’interteneva nelle mie sale, dirigendo calde parole di santo affetto per l'Italia nostra a tutti, ma più al giovinetto Scipione Terrosi, cui lasciava in prezioso ricordo un fucile di precisione”.

L’ospitalità di Terrosi fu tanto apprezzata da Garibaldi al punto che il generale tenne con lui una regolare corrispondenza epistolare. Una delle lettere è incisa su una lapide e testimonia la gratitudine di Garibaldi verso Terrosi e la gente di Cetona: “Mio carissimo amico, ho avuto la cara vostra di Novembre e il vostro bel libro [...] ove ho trovato dei malinconici ma ben cari ricordi. Io rammento [...] la cara accoglienza della generosa popolazione di Cetona a me ed ai miei prodi compagni d'armi - resto dei prodi che sostennero l'onore italiano a Roma. Se la fortuna mi conducesse verso quelle contrade io rivedrei la cara vostra città con filiale affetto. Vogliate frattando salutarmi la famiglia e i buoni vostri condittadini [...]”.


ESTERNI


La villa è inserita nella splendida cornice formata da 11 ettari di terreno recintato che forniscono privacy assoluta. Oltre all’accesso dalla piazza del paese, la tenuta possiede due accessi estremamente riservati che permettono di raggiungere la villa al riparo da sguardi indiscreti attraversando due viali alberati che delimitano il grande oliveto di proprietà (circa 4 ha). Le stesse strade che permettono accesso alla proprietà sono ottime per chi ama camminare e passeggiare, fornendo un percorso circolare (circa 1,5 km) ombreggiato che permette di attraversare l’intera tenuta.

Uscendo dalla villa troviamo subito uno splendido giardino all’Italiana progettato dall’architetto Paolo Pejrone (la cui formazione è strettamente legata allo stile del britannico Russel Page). Qui troviamo anche un monumento commemorativo a Garibaldi.

Il peculiare edificio circolare visibile nel giardino, chiamato Turkerie (o Casina Turca, 30 mq) fu costruito nel 1837 in onore del Pascia turco in visita al paese. Finemente affrescato all’interno con motivi che ricordano l’arte mediorientale, l’edificio rotondo è coperto di rampicanti e si trova proprio di fronte alla piscina.

Il giardino è seguito e curato con estrema attenzione e costituisce un luogo unico per rilassarsi nel piacevole clima della Toscana. Ad arricchire ulteriormente il parco contribuiscono uno splendido Teatro realizzato in pietra (200 posti) con siepi al posto delle quinte e una ragnaia.

Tra gli ulivi, su una porzione di terreno pianeggiante (un’area di circa 50 x 10 m), è possibile intravedere i resti di quello che in passato era un paddock per cavalli. Il paddock potrebbe essere ricostruito, oppure si potrebbe realizzare nello stesso luogo una piscina di grandi dimensioni con spogliatoio.

Altro pezzo forte della tenuta è la tomba etrusca risalente al VII secolo a.C. che fu attentamente smontata dalla sua posizione originale, trasportata nella proprietà e rimontata da manuale. Fu poi deciso di decorarla con reperti originali databili sempre al periodo etrusco.

Sottoterra, la proprietà è solcata da un dedalo di tunnel artificiali che ospitano stalattiti, stalagmiti e blocchi di travertino squadrato estratti dalle cave del Monte Cetona.


CITTA' VICINE


Chiusi (10km; 15’), Castiglione del Lago (28km; 30’), Montepulciano (30km; 35’), Pienza (39km; 50’), Cortona (47km; 55’), Orvieto (48km; 50’), Montalcino (54km; 1h 5’), Perugia (57km; 1h 5’), Civita di Bagnoregio (64km; 1h), Assisi (80km; 1h 20’), Siena (86km; 1h 10’), Grosseto (111km; 1h 55’), Firenze (127km; 1h 40’), Punta Ala (153km; 2h 30’), Volterra (139km; 2h), Follonica (151km; 2h 15’), Roma (157km; 2h)


AEROPORTI VICINI


Perugia Sant’Egidio (68km; 1h 10’), Grosseto Baccarini (115km; 1h 55’), Firenze Peretola (147km; 1h 40’), Roma Ciampino (170km; 2h 5’), Roma Fiumicino (185km; 2h), Pisa Galilei (207km; 2h 15’), Bologna Marconi (228km; 2h 25’), Milano Linate (425km; 4h 10’), Milano Malpensa (428km; 4h 45’)


POSIZIONE GEOGRAFICA


Siete interessati a questa proprietà?


CONTATTATECI PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI E/O FISSARE UNA VISITA

Rif. 1817 / VILLA LA VAGNOLA

VILLA LA VAGNOLA - VILLA DI LUSSO IN VENDITA IN TOSCANA

Cetona - Siena - Toscana

Prezzo: 12.000.000 Euro

Messaggio inviato con successo!


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per ricevere in tempo reale tutte le nuove proposte di Romolini Immobiliare.