Aggiungi alla Whislist

PROPRIETà AGGIUNTA ALLA WHISHLIST

Ricordate di effettuare il login per evitare di perdere i dati non salvati.

Email
Contatta Romolini Immobiliare

UNA VITA DA RE: QUATTRO CASTELLI PER UN REGNO IN ITALIA


  • Pubblicata il 31/05/2020

Che cos'è un re senza il proprio castello? Nel corso dei secoli, la divisione politica dell'Italia ha fatto sì che le varie città e i vari re costruissero numerose fortificazioni e residenze fortificate in quelli che sono oggi tra i posti più belli della penisola. Dal Piemonte, passando per la Toscana, fino all’Umbria, scopriamo quattro splendidi castelli che vi permetteranno di rivivere i fasti del passato ma con tutti i comfort dell’era moderna. Chissà che non troviate qui il vostro immobile dei sogni che vi permetterà di diventare "re" del vostro personalissimo regno in Italia.


CASTELLO DELLE QUATTRO TORRA

Rif. 979 - Siena, Siena, Toscana


La fortezza, costruita a guardia della città di Siena (ben visibile dalle torri), prende il nome dalla quattro imponenti torri che la contraddistinguono. Partecipe della storia della sua città sin dal medioevo la fortezza rimase un baluardo inestimabile fino alla metà del Cinquecento quando la sconfitta di Siena nella lunga guerra con Firenze decretò la fine dei conflitti in Toscana e la perdita di funzione difensiva di molti dei suoi castelli.

L’edificio fu ristrutturato e divenne un prestigiosa residenza privata di campagna che di generazione in generazione è giunta agli attuali proprietari. A oggi il castello ospita un boutique B&B con tre appartamenti per gli ospiti e la residenza privata dei proprietari nei piani superiori. I 17,0 ettari di terreno che circondano il castello ospitano anche un vigneto Chianti Colli Senesi DOCG che viene lavorato da terzi e permette la produzione di una piccola quantità di ottimo vino.


FORTEZZA SENESE

Rif. 1511 - Siena, Siena, Toscana


Non lontano da Siena, in cima a una collina con vista su tutta la campagna circostante, questo imponente castello porta i segni delle numerose demolizioni e ricostruzioni. La prima demolizione fu ordinata dal Barbarossa in persona ma mai eseguita. Solo con Ottone IV di Germania il castello venne parzialmente demolito, probabilmente diviso a metà. La struttura ha infatti la forma di un semicerchio e il muro che oggi contorna il giardino è ciò che rimane dell’altra metà del castello che doveva avere forma ellittica in origine.

Danneggiato dalle lotte con Firenze, il castello fu ristrutturato una prima volta sul finire del Settecento e divenne una villa di campagna: oggi l’edificio è una splendida residenza privata con 6 camere e saloni in pietra che sembrano portare direttamente al medioevo. Quasi 100 ettari di terra circondano il castello e garantiscono ottima privacy.


CASTELLO NORMANNO

Rif. 1508 - Baschi, Terni, Umbria


Costruito dai Normanni sui resti di una rocca bizantina, il castello sorge in cima a una collina e domina la circostante valle fino all’oasi di Albiano. La struttura come la si vede oggi è opera di Antonio da Sangallo che mise mano all’edificio originale dandogli la forma quadrata con cortile centrale. L’unica cosa che manca al castello è la grande torre che fu fatta demolire dall’imperatore Carlo V per rendere inoffensiva la fortezza.

La proprietà, che include anche vari altri edifici in pietra all’interno di un borghetto cinto da imponenti mura in pietra, è stata ristrutturata con grande cura per preservare il suo aspetto antico, tra cui una splendida sala a volta interamente realizzata in pietra dove un tempo venivano investiti i cavalieri. Il castello, con tutti gli altri edifici, è attualmente una residenza privata (usato occasionalmente anche per incontri e conferenze) ma sarebbe ideale per avviare uno splendido boutique hotel.


CASTELLO MONFERRATO

Rif. 553 - Asti, Monferrato, Piemonte


Situato nel punto più alto di un borgo medievale nelle campagne del Monferrato, questo castello è il frutto dell’unione di vari edifici medievali in un unico corpo. L’edificio originario, risalente al XII secolo, non esiste più ma i suoi resti sono ancora visibili e permettono di tracciare la forma a ferro di cavallo che doveva avere. Al suo posto sorge oggi il corpo principale del castello che nel corso dei secoli ha finito per inglobare vari altri edifici raggiungendo le imponenti dimensioni attuali.

Della parte demolita rimangono ancora gli imponenti sotterranei, dove si trovavano certamente le segrete del castello, varie cisterne per l’acqua (ancora visibili) e grandi locali destinati a magazzino. A breve distanza dal castello vero e proprio si trova anche una cappella medievale in cui sono ancora visibili i resti di un affresco trecentesco purtroppo danneggiato durante i restauri del Seicento. L’edificio è particolarmente adatto per la creazione di un boutique hotel e gli ultimi lavori di ristrutturazione hanno permesso di ricavare ulteriori stanze da aggiungere alle 23 camere già presenti.



© 2020 AGENZIA ROMOLINI IMMOBILIARE SRL - Tutti i diritti riservati
È assolutamente vietata la riproduzione, totale o parziale, e la rielaborazione dei contenuti presenti in questa pagina.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per ricevere in tempo reale tutte le nuove proposte di Romolini Immobiliare.